Vicina e lontana

Quelle cose con cui pensi di essere nata e di saper convivere, e che poi, d’un tratto ti lasciano spiazzata: ti si avvicinano talmente tanto che non riesci più a capire quanto siano grandi, sembrano enormi.
Di saracinesche che saltano e di buste anonime troppo pesanti sento parlare da sempre, perché in questa specie di giungla del non Stato ci sono nata, e non  mi fa paura. Ma quando le cose colpiscono così vicino è tutta un’altra storia. Ci sono persone che ti hanno vista crescere e ti hanno guardata sempre con l’occhio di chi ti segue senza giudicarti nell’attesa di vederti sbocciare,  ma senza smettere di essere fari per il tuo cammino. Una di quelle persone, così vicine, oggi, solo perché meglio di altri, sopra di altri, con più coraggio e mitezza di altri ha saputo raccontare quella giungla…è stata “avvisata”. Nella giungla comincia a non esserci più aria per respirare, le radici aeree di questa pianta si sono infittite talmente tanto da non far più passare i raggi del sole.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...